ALL’ENOTECA LA TORRE A VILLA LAETITIA LE TRE FORCHETTE DELLA GUIDA DEL GAMBERO ROSSO

252

La bellissima realtà romana della ristorazione, conferma anche la Stella Michelin

45-28-17. Non sono le misure di una strana miss ma i punteggi che definiscono il valore di Enoteca La Torre a Villa Laetitia per quello che concerne cucina, cantina e servizio. Il risultato della somma è 90, una cifra che regala al bellissimo ristorante romano le Tre Forchette del Gambero Rosso e lo colloca nel gotha della ristorazione nazionale. E la conferma della Stella Michelin chiude il percorso di un anno ricco di soddisfazioni per quello che è stato definito un “equipaggio brillante e fine”, capitanato in cucina da Domenico Stile e da Rudy Travagli in sala. Due riconoscimenti di straordinaria importanza che premiano una orchestra affiatata e ricca di talento.

Un doppio risultato fantastico – commentano felici Silvia Sperduti e Michele Pepponi, titolari di ELT – che va a coronare un percorso di crescita costante verso la ricerca della qualità, in sala e in cucina. La conferma della Stella Michelin ci inorgoglisce così come non possiamo non sottolineare la gioia determinata dal fatto di essere una delle quattro new entry nel ristretto novero delle Tre Forchette del Gambero, un club che conta solo 41 locali su tutto il territorio nazionale. Il che ci porta a sentire ancora di più la responsabilità di dare e offrire il meglio alla nostra clientela”.

Clienti nazionali e internazionali compongono infatti un insieme di ospiti dalle esigenze dettate da abitudini e culture diverse, che trovano nelle straordinarie proposte dello chef un punto di incontro perfetto e rispondente.

Ho iniziato il mio percorso in Enoteca La Torre a Villa Laetitia – dichiara lo chef Domenico Stile forte di un’esperienza organizzativa che mi deriva dal banqueting di famiglia e questo mi ha formato al rigore in cucina e alla duttilità nelle risposte alla clientela. La crescita personale verso un modello di ristorazione evoluta e la ricerca di temi nuovi in cucina, mi ha consentito, col grande aiuto del mio staff, di raggiungere certi obiettivi”.

Organizzazione, ma anche alta professionalità ed eleganza, sono la cifra stilistica del maitre Rudy Travagli, impeccabile in sala e fuoriclasse nella proposta beverage.

Riconoscimenti come questi – conclude Rudy Travaglisono punti fermi importanti e significativi, nel nostro lavoro. Sono come bandiere che pianti sulla cima dopo una scalata, appagato e felice ma con il desiderio immediato di salire ancora, migliorando la performance e sfidando nuove altezze. Una bella, bellissima soddisfazione che ci spinge a dare ancora di più”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More