DELTA DEL PO, VONGOLE E COZZE A RISCHIO

608

La grave crisi idrica e la conseguente mancanza di acqua, soffoca vongole e cozze, con perdità già del 20% di allevamenti.

È quanto emerge dal monitoraggio della Coldiretti, stimando in tre miliardi di euro, le perdite delle produzioni alimentari italiane, conseguenza delle eccezionali ondate di caldo che hanno portato alla siccità.

Leggi anche: Emergenza idrica del Po una tragedia annunciata

La situazione, la spiega Coldiretti Impresapesca: “L’innalzamento delle temperature senza la possibilità di ricambi di acqua sta provocando l’espansione a macchia d’olio della cosiddetta ”acqua bianca”, aree di delta dove la decomposizione di alghe e sostanze organica ruba l’ossigeno necessario alla vita di vongole e cozze uccidendole. Con il cambiamento della distribuzione nella pioggia dal punto di vista geografico e temporale e la mancata gestione ottimale delle lagune, si sta mettendo a rischio un intero settore che ogni anno porta sulle tavole degli italiani oltre 93 milioni di chili di molluschi fra cozze e vongole. La situazione climatica in un anno come il 2022 segnato fino ad ora da precipitazioni praticamente dimezzate rischia così di aumentare le importazioni dall’estero che già rappresentano 1/3 dei consumi e che sono balzate del +50% nei primi tre mesi dell’anno”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetta Leggi