Da Usain Bolt agli Harlem Globetrotters, Expo 2020 accoglie le più grandi star dello sport del mondo

DUBAI, 13 November 2021. Usain Bolt poses for a picture outside the Bolt Pavilion during “Run The World” at Expo 2020, Expo 2020 Dubai. (Photo by Christopher Pike/Expo 2020 Dubai)
669

A Expo 2020 Dubai, non sai mai chi potresti incontrare. Gli appassionati di sport, in particolare, hanno avuto una sorpresa, con visite da alcune delle più grandi stelle del mondo e un nuovissimo impianto sportivo,  che aprirà a gennaio 2022, pronto ad accogliere molti altri giganti dello sport.

All’inizio di questo mese, il calciatore argentino e ambasciatore di Expo 2020 a Dubai Lionel Messi – fresco del suo recente trasferimento a Parigi Saint-German, e rivendicando anche il suo settimo trofeo record del Pallone d’Oro, ancora una volta incoronato miglior giocatore del mondo – ci ha detto cosa ne pensasse di Expo. “Qualcosa di straordinario… ogni padiglione ha le sue cose, il suo posto”, ha detto. “Ti mostra la sua cultura, il suo paese, ti fa vedere e imparare da ognuno di loro. È tutto molto grande, molto impressionante”.

DUBAI, 13 December 2021. Group shot of Lionel Messi and children at Surreal, the Water Feature during his visit to Expo 2020 Dubai. (Photo by Christophe Viseux/Expo 2020 Dubai)

E da uno dei migliori calciatori del mondo all’uomo più veloce del mondo, Usain Bolt  è arrivato solo poche settimane prima per ospitare una corsa di beneficenza. Il velocista giamaicano in pensione è ancora il detentore del record mondiale nella staffetta 100m, 200m e 4 x 100m, ha fatto eco al messaggio di Expo di usare lo sport per riunire le persone. “Per me, solo guardare lo sport in generale, e come sportivo, è enorme. Un esempio: in Giamaica, quando le Olimpiadi sono in corso, il crimine scende a zero… e quando la Coppa del Mondo è in corso, tutti la guardano. Quindi sento che lo sport gioca un ruolo così importante nell’aiutare il mondo a riunirsi”.

Con strutture sportive e di fitness all’avanguardia e scuole di coaching con società del calibro di AC Milan, Manchester City e Rajasthan Royals, non c’è mai carenza di nomi sportivi che visitano il sito dell’Expo. Pep Guardiola, l’allenatore del Manchester City, è rimasto molto colpito durante la sua visita: “È stata un’esperienza meravigliosa assistere all’energia del calcio qui a Expo 2020 Dubai e vedere come il club si connette con le persone di tutto il mondo. L’entusiasmo per il gioco dimostrato dalla prossima generazione di aspiranti giocatori è enorme.”

Expo ha visto le visite di atleti olimpici e paralimpici, ciclisti del Tour de France, piloti di Formula 1 (e il suo CEO, Stefano Domenicali), calciatori della Premier League, leggende del cricket, campioni di karate e i migliori giocatori di scacchi del mondo.

Talal Al Hashemi, direttore nazionale di Special OlympicsUAE, ha dichiarato: “Expo 2020 Dubai sta rapidamente diventando una piattaforma globale per rendere operativa l’inclusione, nello sport e nella vita, e per assicurarsi che le persone determinate abbiano potere mentre colleghiamo le menti e creiamo il futuro”.

Anche la squadra di basket degli Harlem Globetrotters  ha avuto modo di mostrare le proprie abilità, mentre i visitatori hanno avuto un assaggio del trofeo della Premier League e della Coppa dei  Campioni.

L’ex giocatore di rugby inglese James Haskell  ha descritto Expo 2020 come “un’opportunità unica nella vita”, mentre altre stelle dello sport sono rimaste sbalordite dal padiglione del loro paese d’origine. Il pilota di Formula 1 della Ferrari  Carlos Sainz Jr era tra questi. “Come spagnolo, mi fa sentire molto orgoglioso – sono impressionato dall’intero set-up”, ha detto durante la sua visita. “Non trascorro abbastanza tempo in Spagna a causa dei viaggi, e vivo in Italia, quindi questa è stata una buona opportunità per ricordare il mio Paese e tutti i posti fantastici che ha.”

Le atlete che visitano Expo aiutano a incoraggiare la partecipazione e l’interesse per gli sport femminili – la giocatrice di cricket femminile del Lancashire e dell’Inghilterra Kate Cross  è rimasta molto colpita dal sito. “Non riuscivo a capire quanto sarebbe stato grande, devi vederlo per crederci. All’Emirates Pavilion, mi hanno mostrato come sarà l’aviazione tra 50 anni e come la sostenibilità sarà una parte importante di questo. È tutto davvero eccitante”.

Quindi chi altro potrebbe visitare nei restanti tre mesi? Con un impianto sportivo ancora più grande che aprirà sul sito di Expo a gennaio, la domanda dovrebbe essere: quali altri nomi sportivi parteciperanno?

In corso fino al 31 marzo 2022, Expo 2020 ha invitato visitatori da tutto il pianeta a unirsi alla creazione di un nuovo mondo in una celebrazione di sei mesi della creatività umana, dell’innovazione, del progresso e della cultura.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetta Leggi